3 consigli per proteggere il tuo smartphone in estate ed evitare riparazioni

Sai che l’estate è la stagione in cui registriamo il più alto numero di riparazioni? E non soltanto per colpa dell’acqua o della sabbia, ma spesso a causa dell’eccessivo calore che può letteralmente “friggere” il tuo telefono.

Ecco come puoi proteggere il tuo iphone o samsung da eventuali danni e riparazioni

Ti basta seguire qualche piccolo accorgimento per evitarti la scocciatura di dover portare il tuo telefono ad un centro assistenza per una riparazione. Segui i nostri semplici consigli e non avrai problemi:

1. Non lasciare il tuo smartphone sotto la luce diretta del sole

Evita di lasciare il cellulare su un tavolino o un asciugamano al sole, dentro una borsa sotto il sole ed evita soprattutto di dimenticarlo in macchina quando parcheggi in un luogo assolato. Il tuo telefono è pensato per temperature comprese tra 0 e max 35 gradi.

Il display potrebbe oscurarsi, il software andare in tilt, la batteria perdere la sua capacità di durata. Nella maggiorparte dei telefoni compare un messaggio di avviso al raggiungimento di temperature troppo elevate.

Cosa fare in caso di surriscaldamento eccessivo?

Spegni il telefono, rimuovi la batteria e lascialo raffreddare progressivamente evitando bruschi sbalzi di temperatura. Non posizionarlo quindi in un ambiente con aria condizionata subito dopo il surriscaldamento.

Ricordati che è importante rimuovere la batteria e lasciarlo aperto fino ad avvenuto raffredamento per evitare che si formi della condensa internamente che potrebbe provocare ulteriori danni.

2. Proteggi il tuo smartphone dalla sabbia

vetro protettivo tempratoI fini granelli di sabbia possono essere dannosi per il tuo smartphone. Possono graffiare e rovinare lo schermo se non utilizzi una pellicola protettiva (passa in negozio se non la conosci).

Possono anche entrare nei microfoni ed ingressi auricolare compromettendone il funzionamento.

 

Cosa fare nel caso in cui il tuo smartphone si insabbi?

Spegni il telefono, verifica che non sia bagnato, utilizza una piccola bomboletta ad aria compressa come quelle in commercio per la pulizia delle tastiere dei pc. Passaci un panno morbido in microfibra e in caso di necessità aiutati con del nastro adesivo per togliere eventuali altri residui.

3. Tieni il tuo smartphone al riparo dall’acqua

Le riparazioni da contatto con acqua sono tra le più frequenti. Ti cade il telefono in acqua protezione smartphone dall'acquamentre stai facendo una foto, ti scivola dalla tasca mentre ti sporgi in piscina o nel lavandino di casa, ti si rovescia il bicchiere sul tavolino dove lo avevi appoggiato etc…

Il mio consiglio è quello di acquistare una custodia impermeabile (puoi vederle personalmente in negozio se ti va). Sono utilissime, pratiche e salvano il tuo smartphone dal contatto con acqua, sabbia, polvere etc…

 

Cosa fare nel caso in cui il tuo smartphone si bagni?

In caso di contatto con acqua occorre agire in fretta e spegnere subito il telefono per evitare corto circuiti. Togli la batteria, la sim e tutte le componenti che è possibile rimuovere, asciugandolo accuratamente.

Personalmente ti sconsiglio di utilizzare il phon, troppo rischioso, ti suggerisco invece di ricorrere al “trucchetto della nonna”. Metti lo smartphone in una ciotola con del riso secco e lascialo per un giorno ed una notte interi.  Abbi solo l’accortezza di ricoprire il telefono completamente.

Attenzione però, nel caso in cui il tuo telefono ti dia qualche segnale di malfunzionamento anche dopo aver messo in atto questi piccoli rimedi fai da te ti consiglio di portarlo subito dal tuo tecnico di fiducia per verificarne lo stato di salute ed evitare danni più gravi.

Se sei in zona puoi sempre passarci a trovare per un controllo totalmente gratuito!

 

 

Annunci